ANIMA MUNDI INAUGURA A CAVALESE CON DAVID AARON ANGELI

Tra le opere in mostra un progetto site-specific dell'artista


Ritratto dell’artista

"[...] David Aaron Angeli, i cui soggetti in legno, cera o metallo si ispirano a forme mitologiche animistiche che paiono ricollegarsi a antichi riti ancestrali di unione tra uomo e natura".
Elio Vanzo

L'arte di David Aron Angeli trova spazio all'interno dello mostra collettiva **"ANIMA MUNDI, Arte pro natura"** presentata presso il Museo di Arte Contemporanea di Cavalese il 18 luglio e che sarà visitabile fino al 19 settembre. La collettiva ospiterà in totale sette artisti del territorio trentino e non, accumunati non solo dall'amore per l'arte, ma soprattutto dalla caratteristica di lavorare e esprimersi attraverso poetiche e linguaggi innovativi. In particolare David Aron Angeli sarà affiancato dalle opere di Stanislav Brach, Leonardo Nava, Marco Nones, Giuliano Orsingher, Gregorio Prugger e Federico Seppi.


Bastone pigna nera, 2018, cera, ferro e legno di rovere, 196,3x20x20 cm


Il programma espositivo infatti si ripropone di esporre e presentare un tipo di arte nuova e impegnata, caratterizzata dall'utilizzo di materiali e di filosofie sempre più vicine e attente al mondo della natura; quest'ultima diventa quindi essa stessa la protagonista della mostra, rivendicandosi in un mondo dove viene sempre più sfruttata e dimenticata dall'uomo che ne fa uso a proprio interesse. All'interno della collettiva è proprio la cultura a farsi portavoce della difesa dei diritti e della libertà della natura che, da sempre, necessita di essere protetta e rispettata.


Grande bastone con serpente e coppa rossa , 2021, legno, inchiostro, cera e ferro, 122x300 cm

Anche in questa mostra i soggetti di Angeli paiono essere in grado di riunire e far dialogare uomo e natura che *“non solo è dominata da quest’ultimo, ma ha subito un destino relegato al ruolo di schiavitù e maltrattamento”*. Tramite un' arte che è apparentemente semplice, ma che in realtà risulta essere satura di significati sprigionati dalle forme mitologiche e animistiche, Angeli presenta una vera e propria arte nel recuperare i materiali dal mondo naturale, ricontestualizzandoli e presentandoli successivamente sottoforma di nuovi linguaggi ed aspetto.

L'utilizzo di materiali naturali come la cera d'api permette all'artista cileno di esprimere la forza del mondo naturale, presentandone tutte le sfumature e tutta l'essenza.