DAVID AARON ANGELI CON BULGARI AL MUSEO DI CHENGDU

Il serpente tra arte, gioielleria e design è per la quarta edizione di SerpentiForm protagonista della mostra in corso dal 29 aprile al 25 agosto 2019 al Museo di Chengdu in Cina; tra le opere d’arte contemporanea esposte sono state selezionate le sculture di David Aaron Angeli “Donna con serpente”.



Simbolo di seduzione, rinascita e trasformazione, il serpente ha catturato fin dall’antichità l’immaginario artistico dell’uomo, evocando magia, saggezza e potenza. Dagli anni quaranta del Novecento, Bulgari ha reinterpretato questo iconico animale attraverso l’alta gioielleria, e l’ha assunto come simbolo indentitario del marchio, raccontandone le sfaccettature con la mostra SerpentiForm, giunta alla sua quarta edizione.


In quest’occasione la mostra si terrà al Museo di Chengdu, confrontando il simbolo del serpente nella cultura cinese con molteplici reinterpretazioni succedutesi nel mondo Occidentale. Tra le opere di figure di spicco del panorama artistico novecentesco e contemporaneo, quali Joan Mirò, Alexander Calde, Niki de Saint Phalle, Joana Vasconcelos, Henri Dono e Philip Taaffe - in collaborazione con lo Studio d’Arte Raffaelli, sono presenti le due sculture di cera della serie “Donna con serpente” di David Aaron Angeli.

L’artista aveva già collaborato con Bulgari per la mostra “Serpenti Art Exhibition”, tenutasi nel maggio 2018 presso il New Curiosity Shop di Via Condotti a Roma; per il Museo di Chengdu sono state selezionate le sculture che rappresentano aggraziate figure femminili con un serpente e una coppa, a simboleggiare il coraggio, la saggezza e la generosità che caratterizzano l’universo femminile. Le sculture evocano la divinità legata alla terra, alla fertilità e alla rinascita presenti nell’immaginario sacro fin dall’antichità.


Attraverso la manipolazione della cera, materia prediletta dall’artista, David Aaron Angeli dà forma alla sua ispirazione che esplora gli archetipi umani legati alla vita e alla morte e alla forza misteriosa della Natura.


SerpentiForm, Museo di Chengdu. Installation view. Courtesy Bulgari

La collezione di gioielli ispirati al serpente. Courtesy Bulgari

Tra le opere in mostra, anche le tele di Philip Taaffe in collaborazione con lo Studio d'Arte Raffaelli

La collezione di gioielli ispirati al serpente. Courtesy Bulgari

Installation view con le opere di Niki De Saint Phalle. Courtesy Bulgari

DAVID AARON ANGELI, "Donna con serpente" #1 e #2, 2018. Cera, ferro, legno VAI ALLE OPERE