Biography

Nel 2003, dopo essersi trasferito da Chicago, IL a Los Angeles, CA, Umar Rashid (Chicago, 1976), ha iniziato a scrivere e rappresentare la storia dell’Impero Franco-inglese (un insieme di Francia e Inghilterra) dal 1658 al 1880, partendo dal presupposto che la Francia e l’Inghilterra, storicamente antagoniste, avessero in realtà stretto una blanda alleanza e si fossero unificati in un solo, gargantuesco impero coloniale. L’Impero Franco-inglese governava su una vasta area del pianeta, spesso contesa dagli imperi tradizionali storici di Spagna, Portogallo, Olanda, Prussia, Austria (e stati “clienti” del Sacro Romano Impero), Russia e dall’Impero Ottomano. Ma il punto focale sel suo lavoro è la storia reinventata delle persone di colore, che sono state spesso emarginate e omesse dalla grande storia, e la mescolanza di razza, genere, classe e soprattutto potere nel mondo colonial. Nel processo di riscrittura e rappresentazione di questa storia, l’artista ha creato narrazioni alternative che fanno riferimenti alla grande narrativa e alla cosmologia degli imperi, con un focus sulla religione e sulla spiritualità. E il filo rosso del suo lavoro è l’iconografia utilizzata come segno distintivo tra il passato, il presente e il futuro. Questo elemento si ritrova nelle opera attraverso il “Sistema Imperiale di tatuaggi” (un mezzanismo che l’artista utilizza per classificare, definire e differenziare i personaggi nelle storie) e attraverso mappe e diagrammi cosmologici. Il suo sistema narrativo è inoltre largamente influenzato dalla cultura hip hop della sua giovinezza (Età dell’oro), vari riferimenti passati e presenti alla cultura pop, alla cultura delle gang e dei prigionieri, e ai movimenti rivoluzionari nella storia.Umar Rashid attualmente vive e lavora a Los Angeles. Ha esposto le sue opere a livello internazionale in importanti istituzioni pubbliche e gallerie private.

Read more

Artworks

Journal

Interviews, Posted on 12/05/2020

VIRTUAL MEETING CON I NOSTRI ARTISTI DI INVESTEC CAPE TOWN ART FAIR

by Cape Town Art Fair

#ArtistWor(l)d: 5 domande a Umar Rashid e a Andrew Gilbert durante il lockdown

Read more

Events, Posted on 08/02/2020

INVESTEC CAPE TOWN ART FAIR: CELLAR CONTEMPORARY TORNA ALLA FIERA SUDAFRICANA

by Camilla Nacci

Torna dal 13 al 16 febbraio 2020 l’appuntamento di Cellar con la fiera d’arte contemporanea più importante del continente africano, sviluppando tre sezioni tematiche in collaborazione con lo Studio d’Arte Raffaelli.

Read more

Events, Posted on 08/04/2019

OPENING THE FATE OF EMPIRES

by Camilla Nacci

Giovedì 4 aprile ha inaugurato nelle due sedi Cellar Contemporary e Studio d'Arte Raffaelli la mostra che vede protagonisti gli artisti Andrew Gilbert, Jarmila Mitríková & Dávid Demjanovič e Umar Rashid (Frohawk Two Feathers)

Read more